A Dicembre Barletta VS Ricci per il titolo italiano

E’ ufficiale. A Dicembre prossimo il campione in carica italiano dei pesi mediomassimi, Emanuele Barletta,(Foto) difenderà la cintura contro Mirko Ricci. Era il match che tutti volevano, tra due atleti in decisa ascesa e dal grande seguito di pubblico. Più continuo e demolitore il detentore. Più rapido e istintivo lo sfidante Un incontro che promette emozioni e che rappresenterà per i due pugili un trampolino di lancio per obiettivi probabilmente ancor più importanti. Barletta, 29 anni è alla sua prima difesa del titolo. Ricci da parte sua, a soli 22 anni, avrà la chance di diventare il più giovane campione italiano in carica. Li abbiamo messi a confronto attraverso un intervista doppia che ci aiuterà a conoscerli meglio. Quando hai fatto il tuo primo passo in una palestra di boxe? Barletta: “A tredici anni, in una palestra a Lariano” Ricci: “ A dodici anni, nella palestra dove allenava Luciano Sordini” Quando hai fatto il tuo primo match da dilettante ? Barletta: “Dopo solo sei mesi” Ricci: “ A tredici anni” Principali risultati a livello dilettantistico? Barletta: “Ho vinto due volte il torneo seconda serie, poi il torneo “Primi pugni”, quindi ho perso in finale contro Soggia il torneo prima serie” Ricci: “ Ho disputato 39 match, perdendo solo 7 volte ai punti e pareggiando 4. Gli altri li ho tutti vinti” Te lo aspettavi più difficile il passaggio al professionismo ? Barletta: “Sinceramente si. Ho esordito a Luglio del 2010 e dopo un anno già ho combattuto per il titolo italiano perdendo di strettissima misura contro D’agata” Ricci: “ Decisamente si. Devo dire che la boxe professionistica si addice maggiormente alle mie caratteristiche. Negli incontri dilettantistici devi dare tutto in tre riprese, in quelli professionistici puoi prenderti delle maggiori pause e puoi riflettere di più” Il tuo pugile preferito e quello che ti assomiglia di più… Barletta: “Cassius Clay e De la Hoya” Ricci: “ Nessuno in particolare, non ho idoli, penso solo a me” Che tipo di match ti aspetti ? Barletta: “Un match duro e spettacolare” Ricci: “ Preferisco non pensarci troppo. Sono solo concentrato a salire sul ring e vincere” In cosa pensi di essere piu forte e in cosa più debole del tuo avversario? Barletta: “Sono più potente, forse lui più veloce” Ricci: “ Sono più veloce, meno di lui non lo so….” Passioni oltre la boxe ? Barletta: “Lo sport, in particolare la corsa, il calcio ed il tennis” Ricci: “ Il Rugby, uno sport vero, come la boxe” La tua squadra di calcio del cuore? Barletta: “L’Inter” Ricci(foto): “ La Roma” Che ti senti di dire al tuo avversario? Barletta: “Che vinca il migliore, cioè io” Ricci: “ Che vinca il migliore, cioè io” In questa ultima domanda è riassunto tutto il match. Solo in questa risposta i due pugili sembrano essere simili. Si tratterà di una sfida dagli alti contenuti agonistici. Ricci con ogni probabilità cercherà di chiudere il match nelle prime riprese, Barletta punterà a portare il match sulle dieci riprese, distanza sulla quale l’allievo di Sordini non ha mai combattuto nell’arco della sua breve carriera professionistica. L’organizzazione sarà a cura della BBT. Giusto in questi giorni è stato trovato l’accordo tra i manager dei due pugili, DavideBuccioni e Alberto Chavarini. La location è ancora top secret, ma si parla di un luogo ad effetto, di grande eleganza e per pochi spettatori. Insomma, match di qualità in un contesto suggestivo e di estrema raffinatezza. Il sottoclou vedrà impegnati Riccardo Lecca contro Patrizio Manzoli, Manuel Lancia contro un avversario da definire ed un match femminile con protagonista la romana Monica Gentile che ha entusiasmato nel suo debutto professionistico contro Daniela De Musso.